"Le venti" - Poesia

Cala il sipario e ⁣

da quanto è vicino a me,⁣

posso sentirne forte l’odore. ⁣

È calato e ciò che resta ⁣

sono oggetti di scena sparsi⁣

lasciati un po’ a sé stessi.⁣

Ho l’impressione che non ci sia ⁣

nessuno qui,⁣

che io sia l’ultimo a dover spegnere le luci⁣

e chiudere con doppia mandata ⁣

quella porta pesante⁣

color del buio.⁣

Passo tra i camerini,⁣

vedo trucchi, parrucche,⁣

qualche sigaretta ancora fumante⁣

e un mezzo bicchiere di whisky ⁣

che berrei volentieri ⁣

ascoltando quel vinile di Frank Sinatra

appoggiato sul bordo del tavolino.⁣

È tutto così calmo, ⁣

sento l’eco del mio respiro.⁣

È tutto spento,⁣

è acceso solo il focolare nel foyer.⁣

Lascio alla notte le sue braci ancora ardenti.⁣

Chiudo tutto. ⁣

Due mandate,⁣

sono le venti.⁣


Gianluca Stival





Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente sito, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica.